03 ott 2010

NUOVE PROFESSIONI : HOME STAGER, EVOLUZIONE DELL'INTERIOR DESIGNER


In tempo di magra per la compravendita di case, c'è chi si è inventato una figura in grado di rendere l'abitazione più attraente per i possibili acquirenti. L'idea è venuta a Michela, milanese con il pallino per l'arredamento:
"Ho lavorato per qualche anno in un mobilificio, affinando una capacità che oggi mi torna utilissima: riuscire a rendere bella ed accogliente anche una casa piccola o un pò vecchiotta. Le clienti del negozio presso il quale lavoravo, infatti, erano entusiaste del risultato finale, ottenuto anche grazie ai miei consigli. Io, però, sentivo che fare l'arredatore e basta non mi piaceva più: volevo lanciarmi in qualcosa di più divertente o soprattutto che valorizzasse il mio "fiuto" per il bello. Quando mi sono imbattuta in questo sito in inglese (www.stagedhomes.com), quindi, mi si è aperto un mondo. Sarei diventata home stager: in pratica la mia attività consiste nel valorizzare le case che devono essere vendute, perchè siano più "appetibili".
La sfida consiste nel ridurre al minimo le spese (perchè, appunto, chi vende un appartamento non ha nessuna voglia di spendere altri soldi per migliorarlo), quindi, la mia consulenza è tutta legata ad aspetti come la disposizione dei mobili, la possibilità di rendere le stanze più luminose o più ampie, la capacità di camuffare difettucci ed altre strategie a costo zero. Per iniziare ho aperto una Partita Iva ed ho comincitao ad organizzarmi in casa, con Pc, macchina fotografica (per mostrare i prima ed i dopo) e ho cominciato a lavorare con il passaparola. Non vorrei esagerare, ma un pò di "psicologia" non guasta: aiuta a capire cosa colpisce al cuore, appena si entra in una casa!"
Ci si potrebbe proporre anche come consulenti per le agenzie immobiliari. Dal sito americano per un ora di lavoro, si guadagnano da 50 a 150 dollari. Vuoi vedere un Home stager al lavoro? Clicca qui per il video!

Nessun commento: