25 mag 2010

Il 28 maggio l'Ordine di Catania accoglie i neo-architetti e presenta due corsi per i giovani




L'Ordine degli Architetti di Catania giorno 28 maggio alle 18.30 presso la sede di Largo Paisiello n° 5 accoglie i nuovi iscritti. L'Incontro è aperto anche agli studenti e neolaureati in Architettura ed Ingegneria (sett. Ed.-Arch.) che volessero partecipare al dibattito sulle nuove professioni e sulle esigenze dei giovani professionisti nel mercato del lavoro siciliano. L'obiettivo dell'incontro è anche quello di facilitare l’inserimento e l'orientamento dei giovani iscritti alle attività dell’Ordine favorendo un contatto continuo e l’istaurarsi delle giuste relazioni interpersonali che consentano un graduale inserimento nell’attività professionale. I nuovi iscritti saranno accolti dal Presidente dell'Ordine Arch. Luigi Longhitano, dai delegati per i giovani l’Arch. Fabrizio Russo e il consigliere Arch. Simona Mazzeo oltre che da tutti i Consiglieri dell'Ordine.Durante la riunione si distribuirà il materiale necessario ad un corretto approccio con la professione ed il mondo del lavoro (Norme deontologiche, Raccolta normativa, pubblicazioni tecniche, calendario degli eventi già programmati, bacheca lavoro, etc.). Ai neo-iscritti intervenuti saranno inoltre distribuiti anche i "NoteS di Architettura" realizzati dalla Fondazione dell'Ordine e dall' Ass.Cult. Spazi Contemporanei per la mostra itinerante "Comunicare architettura".
In occasione dell'invontro si presenteranno due corsi di formazione riguardanti rispettivamente i neo-architetti ed i neo laureati che devono ancora sostenere l'esame di abilitazione la prossima sessione già programmata per il 15 giugno:
CORSO PER I NEO-LAUREATI (preparazione all'esame di abilitazione)
L’accoglienza ai nuovi iscritti sarà anche occasione di incontro tra i neo-architetti già iscritti all’Ordine ed i colleghi neo-laureati in Architettura o Ingegneria Ed-Arch che volessero entrare in contatto con l’Ordine Professionale degli Architetti di Catania. In particolare per coloro i quali intendono sostenere gli esami di abilitazione alla professione di Architetto già a partire dalla prima convocazione del 15 giugno 2010, l’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Catania ha organizzato un corso di preparazione per gli esami di stato che si terrà dal 7 al 10 giugno. Il corso è gratuito e le pre-adesioni, che saranno raccolte lo stesso giorno 28 maggio, potranno essere inviate tramite e-mail alla segreteria dell’Ordine o ai delegati giovani agli indirizzi archfrusso@tiscali.it o mazzeo@email.it.

CORSO PER NEO-ISCRITTI ALL’ORDINE
Giorno 28 maggio sarà inoltre presentato il Corso di formazione “PROFESSIONE ARCHITETTO” , riservato proprio ai giovani iscritti all’ordine che sarà avviato nelle prossime settimane dopo il raggiungimento di un numero di pre-adesioni non inferiore a 30. Le istanze di pre-adesione, che saranno raccolte giorno 28, potranno essere inviate tramite e-mail alla segreteria dell’Ordine o ai delegati giovani agli indirizzi archfrusso@tiscali.it o mazzeo@email.it.
Il Corso mira a fornire gli elementi essenziali per una buona prassi dell’esercizio professionale. Lo scopo è quello di fornire un orientamento di base per poter accedere consapevolmente alla professione affrontando temi che andranno dall’assunzione dell’incarico, alla pratica edilizia ed amministrativa, al rapporto con gli enti e le istituzioni a cui è demandato il controllo dell’attività edilizia (Uffici tecnici, Soprintendenze, Genio Civile, etc.) fino alla chiusura del cantiere, oltre a toccare degli aspetti deontologici, giuridici e fiscali.

20 mag 2010

Patricia Urquiola e i materiali industriali


Con la sua nuova famiglia di armadi, progettato per Molteni produttore italiano, Patricia Urquiola ,la donna più corteggiata dall'industria del design mondiale, ha dimostrato la sua capacità di " riconcepire " la maglia del metallo espanso, di solito considerato come un materiale industriale.

prodotto :'Net Box' di Patricia Urquiola per Molteni (IT)
video di una sua intervista al fuorisalone di Milano , " come mai ci sono poche donne nel mondo del design ? "

-di WALTER QUATTROCCHI

18 mag 2010

Quattro proposte d'intervento per la città di Siracusa




TETRA TRACK
Inizio: lunedì 17 maggio 2010 alle ore 19.30
Fine: giovedì 27 maggio 2010 alle ore 0.00
Luogo: Ex Convento del Ritiro, Via Mirabella n29/31, Siracusa










Interverranno:
- Cesare Speranza_Ass. alle politiche culturali di Siracusa
- Roberto Visentin_Sindaco di Siracusa
- Prof. Arch. Giuseppe Dato_Preside della Facoltà di Architettura
- Prof.ssa Arch. I. Cortesi
- Prof. Arch. E.Fidone
- Prof. Arch. V.Fiore
- Prof. Arch. G. Lo Catro





Qui il resto del post

16 mag 2010

La stazione dei vigili del fuoco di Zaha Hadid

Piu' simile ad una istallazione temporanea che ad un edificio di pubblica utilita', quest'opera, visitata quotidianamente da centinaia di visitatori,
colpisce per la straordinaria carica emotiva dei volumi acuminati ed obliqui e degli spazi con pareti (e infissi) con forti inclinazioni da capogiro (in tutti i sensi). Zaha Hadid, malgrado l'edificio sia stato utilizzato per soli due anni forse a causa di alcuni aspetti poco funzionali, e' riuscita nel suo intento di lasciare a Basilea un opera che e' gia' entrata nella storia dell'architettura contemporanea poiché frutto di una ricerca espressiva propria degli anni 80 di cui l'Architetto irachena e' la piu' alta esponente.
















- Posted using BlogPress from my iPhone

11 mag 2010

Report Convegno PIANO CASA a Massannunziata

Il Convegno organizzato dal Lions Mascalucia e dall'Associazione Culturale Spazi Contemporanei ha dato vita ad un ampio confronto tra professionisti, enti pubblici e giovani architetti e ingegneri presenti nella sala della delegazione comunale di Mascalucia a Massannunziata lo scorso 23 Aprile. Gli interventi sono stati tutti corredati da slide show con immagini, testi e video a dimostrazione del fatto che i relatori ci tenevano ad essere il più chiari possibile su un argomento di così complessa realizzazione nei nostri centri urbani. Si è evidenziato il fatto che molte saranno le richieste da parte dei privati, che ne hanno le possibilità economiche, di realizzare degli aumenti di superfici ma la nota dolente ovviamente sono tutti i vincoli a cui il nostro territorio è sottoposto e coi quali ogni professionista deve far i conti prima di delegare agli enti le autorizzazioni.
Erano presenti in sala anche non addetti ai lavori che hanno avuto modo di potere colloquiare con i tecnici a fine Convegno.

E' stata inoltre inaugurata la Mostra Itinerante di Giovani Architetture Catanesi organizzata dalla Fondazione dell'Ordine degli Architetti P.P.C. di Catania e dall'Ass.Cult. Spazi Contemporanei.




Qui il resto del post

09 mag 2010

Il Vitra museum di Herzog & De Meuron

Il nuovo Vitra Museum, inaugurato lo scorso febbraio, e' sicuramente l'edificio di maggior interesse tra quelli realizzati a Basilea negli ultimi anni. Herzog & De Meuron hanno giocato in casa ed hanno espresso un idea rivoluzionaria e vincente per la semplicita' dell'idea e la coerenza con cui viene concretizzata. L'edificio e' "assemblato" sovrapponendo una serie di volumi squadrati ed allungati con copertura a doppia falda che si innestano l'uno sull'altro con una liberta' di costruzione tale che sembra la versione gigante di un giocattolo per bambini. La purezza dei volumi e' ottenuta limitando i colori e i materiali. Grigio per l'involucro esterno (imuri com ntonaco a spessore e copertura in guaina ardesiata), bianco per l'involucro interno (pareti e tetti), legno per pavimenti, scale e sedute delle aree relax. Il museo ospita ca collezione di sedie vitra e anche l'allestimento e' di grande interesse grazie alle ampie sale con le grandi vetrate che offrono una splendida cornice del paesaggio circostante.














- Posted using BlogPress from my iPhone



08 mag 2010

LA STREET ART CHE RIPARA PALAZZI E MURI



Gli interventi di street art del tedesco Jan Vormann sono davvero originali: riempire le crepe ed effettuare riparazioni di palazzi e muri delle città con i mattocini Lego. Dopo aver sperimentato la sua idea "che mescola arte e funzionalità" a Berlino, Jan è sbarcato a New York, deciso - scrive sul suo sito - "a dare una mano al sindaco Bloomberg nella sua lotta quotidiana per rendere la città sempre più stupefacente". Alcune delle sue 'riparazioni" intorno a Central Park e Bryant Park sono già state rimosse, altre continuano a stupire i passanti. Intanto la casa produttrice dei famosi mattoncini continua ad usufruire di questa pubblicità unconventional. Forse sarebbe il caso di supportare finanziariamente l'opera di Jan...oppure chissà...magari già lo sta facendo...che ne pensate?
Fonte: http://espresso.repubblica.it

04 mag 2010

Workshop "Restauro e conservazione attiva del giardino storico mediterraneo"



Museo della Ville Storiche di Caltagirone (CT), Villa Patti, dal 26 al 30 maggio 2010 nell’ambito della manifestazione “In Giardino”- esposizione di piante mediterranee e arredo per il giardino.

Il workshop, patrocinato dal Comune di Caltagirone, dall’Ordine dei dottori agronomi e forestali della Provincia di Catania, dalla sezione siciliana dell'AIAPP e dalla Facoltà di Agraria dell’Università di Catania, si rivolge a 35 fra studenti, laureati, dottorandi in architettura, architettura del paesaggio, ingegneria e agraria, professionisti, tecnici delle amministrazioni, personale dei parchi e studi di progettazione ambientale.
Il workshop si propone di recuperare il patrimonio dei giardini storici e di ripensarne l’utilizzo per la fruizione contemporanea.
Per ulteriori informazioni, consultare il sito: www.ingiardino.org


Qui il resto del post

03 mag 2010

Rivolutionair, la turbina eolica secondo Philippe Stark



Terza tappa Università Statale....

Sebbene il mondo del design si sia occupato di sostenibilità ambientale già nel decennio scorso, solo negli ultimi anni si è registrata un'accellerazione sulla questione, da parte di designer ed aziende.
Uno dei temi principali sul tavolo è la realizzazione di prodotti per la produzione di energia alternativa (pannelli fotovoltaici, solari, pale eoliche) "belli" e ad un costo accettabile o come si usa dire oggi "sostenibile".
L'ecosostenibilità ed il risparmio energetico sono diventate le chiavi della ripresa di molte imprese che operano in questo settore in un periodo di crisi.
Così da vincolo, la sostenibilità ambientale è diventata per molti occasione di business, di sviluppo economico e in questo le aziende si sono dimostrate subito pronte, basta citare il caso della ST Microelectronics, che ha riconvertito parte dei suoi impianti per diventare uno dei maggiori produttore di pannelli fotovoltaici in Europa.
Presenti a Milano, presso l'Università Statale, in via Festa del Perdono, sono state le Rivolutionair, le turbine eoliche ad asse verticale progettate da Philippe Stark per l'italiana Pramac. Destinate alla produzione di energia elettrica per usi domestici o condominiali, le Rivolutionair sono oggetti di design, economici, il costo sarà intorno ai 2500,00-3500,00 euro, a seconda dei modelli, e potranno essere collocate in giardino o in terrazza.
Così afferma il Presidente della Pramac: «Vogliamo trasformare l'eolico in qualcosa di bello, in un qualcosa in cui tutti noi possiamo partecipare. Il mio sogno è che ognuno di noi possa avere una pala, magari sul tetto o in giardino, in modo da creare energia a larga diffusione. Si tratta di una grossa rivoluzione», e continua Stark: «Da oggi abbiamo la migliore arma per iniziare questa guerra: il design democratico e a costo contenuto produce un'energia democratica».
Noi vi mettiamo a disposizione alcuni scatti delle versioni oggi disponibili: bipala e tripala.

02 mag 2010

Inaugurato il Padiglione Italiano all'Expo di Shanghai





È stata inaugurata ieri l’Esposizione Universale di Shanghai 2010, evento che ha già saputo guadagnarsi la reputazione di “Expo dei record”. La portata dell’evento è significativamente illustrata da questi numeri: 70 milioni di visitatori previsti (l’edizione record fino ad oggi è Siviglia ’92 con 41 milioni di visitatori), 192 i paesi partecipanti, 48 le organizzazioni internazionali presenti, 5 i padiglioni tematici, 5,28 Kmq di area espositiva.
Dal 1° maggio al 31 ottobre la metropoli cinese – dove oggi vivono più di 20 milioni di persone - sarà incentrata sul tema Better City, Better Life. Focus lo sviluppo urbano e la sua sostenibilità, l'incontro fra diverse culture nelle città, le nuove tecnologie, le comunità sociali e il rapporto con le zone rurali. Una manifestazione di portata storica, nella quale l’Italia giocherà un ruolo da protagonista, con un Padiglione e un programma di eventi pensati per raccontare ad un pubblico internazionale le eccellenze tecnologiche, culturali e artistiche. Il Padiglione italiano è considerato, dagli organizzatori della manifestazione, tra i 7 più popolari. Quello italiano è stato infatti tra i più visitati nei 6 giorni di ''soft opening'', che ha consentito nei giorni scorsi a oltre 1 milione di cinesi di godere in anteprima dell’Expo. Liu Yongqing, moglie del presidente cinese Hu Jintao, ha visitato ieri in anteprima il Padiglione italiano. La cerimonia di apertura del Padiglione Italiano si è svolta oggi, sabato 1 maggio, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, di Beniamino Quintieri, Commissario Generale per l’Expo di Shanghai 2010 e Riccardo Sessa, Ambasciatore dell’Italia in Cina. Ha partecipato, inoltre, all’inaugurazione Lucio Stanca, Amministratore Delegato di Expo 2015 spa. Il Padiglione è stato infine visitato da numerose autorità e personalità eccellenti, tra cui il Primo Ministro dell’Olanda, Jan Pieter Balkenende e Catherine Ashton, Alto Rappresentante per la politica estera UE.
fonte www.expo2010italia.gov.it

Renault Z.E. Zero Emissioni

La prima auto totalmente elettrica sara' Renault.
La Renault ha lanciato in questi giorni il progetto ZE on-line, un sito dedicato a presentare e i progetti di mobilità ecocompatibile del prossimo futuro, il più possibile vicini alle emissioni zero.
Nei prossimi due anni arriveranno in commercio quattro veicoli al 100% a trazione elettrica e precisamente una berlina media e un veicolo commerciale a batterie, versioni di modelli Renault già esistenti con motori tradizionali, un'utilitaria e un piccolo veicolo urbano, sviluppati appositamente per il funzionamento elettrico.
I modelli pensati da Renault per il futuro a ZERO impatto sull'ambiente prevedono le seguenti ecoinnovazioni ad esempio: vernici atermiche per non riscaldare troppo l'abitacolo, carrozzeria a doppia parete isolante, sistema di regolazione della temperatura tramite pannelli solari, fari a diodi elettroluminescenti, paraurti deformante in gel poliuretanico.

Da visitare - per ora - il sito per conoscere meglio i progetti per il futuro