03 mag 2010

Rivolutionair, la turbina eolica secondo Philippe Stark



Terza tappa Università Statale....

Sebbene il mondo del design si sia occupato di sostenibilità ambientale già nel decennio scorso, solo negli ultimi anni si è registrata un'accellerazione sulla questione, da parte di designer ed aziende.
Uno dei temi principali sul tavolo è la realizzazione di prodotti per la produzione di energia alternativa (pannelli fotovoltaici, solari, pale eoliche) "belli" e ad un costo accettabile o come si usa dire oggi "sostenibile".
L'ecosostenibilità ed il risparmio energetico sono diventate le chiavi della ripresa di molte imprese che operano in questo settore in un periodo di crisi.
Così da vincolo, la sostenibilità ambientale è diventata per molti occasione di business, di sviluppo economico e in questo le aziende si sono dimostrate subito pronte, basta citare il caso della ST Microelectronics, che ha riconvertito parte dei suoi impianti per diventare uno dei maggiori produttore di pannelli fotovoltaici in Europa.
Presenti a Milano, presso l'Università Statale, in via Festa del Perdono, sono state le Rivolutionair, le turbine eoliche ad asse verticale progettate da Philippe Stark per l'italiana Pramac. Destinate alla produzione di energia elettrica per usi domestici o condominiali, le Rivolutionair sono oggetti di design, economici, il costo sarà intorno ai 2500,00-3500,00 euro, a seconda dei modelli, e potranno essere collocate in giardino o in terrazza.
Così afferma il Presidente della Pramac: «Vogliamo trasformare l'eolico in qualcosa di bello, in un qualcosa in cui tutti noi possiamo partecipare. Il mio sogno è che ognuno di noi possa avere una pala, magari sul tetto o in giardino, in modo da creare energia a larga diffusione. Si tratta di una grossa rivoluzione», e continua Stark: «Da oggi abbiamo la migliore arma per iniziare questa guerra: il design democratico e a costo contenuto produce un'energia democratica».
Noi vi mettiamo a disposizione alcuni scatti delle versioni oggi disponibili: bipala e tripala.

3 commenti:

PEJA ha detto...

Ecco, è sull'eolico che occorre puntare! Non per niente, ma il gravissimo problema del solare è la manutenzione che richiede: in rapporto ai benefici i privati spesso lasciano perdere... L'eolico, dato che è una turbina diretta, può risolvere parzialmente il problema (necessita di minore manutenzione in rapporto all'energia che produce...)

domsky ha detto...

Per produrre energia gratis 24 ore su 24 servono i motori magnetici.

Il trucco dei motori magnetici sono le calamite permanenti potentissime al neodimio, il bismuto diamagnetico che viene respinto dalle calamite, e il mumetal che scherma il magnetismo.

Neodimio, bismuto, mumetal: con l'aiuto di un elettricista o un elettrauto chiunque può costruirsi un motore magnetico!

Con i motori magnetici si può realizzare la Serpentina di Schietti per produrre acqua ed energia gratis in tutto il mondo, anche nel deserto.

La Serpentina
- rigenera acqua sporca e acqua salata facendola bollire, evaporare, e condensare
- condensa acqua dall'atmosfera come un normale condizionatore
- produce energia gratis col motore magnetico.

Ditelo a tutti.

Se in 5 minuti vuoi costruirti un motore megnetico ed avere la prova inconfutabile del moto perpetuo, trovi le istruzioni del pendolo magnetico sul sito di Domenico Schietti:

Domenico Schietti il 27 Maggio 2010 con 20 mila fans su facebook ha provato che:

- si può dare acqua ed energia gratis a tutto il mondo
- esiste un complotto globale per speculare su guerra, povertà, sovrappopolazione e cambiamento climatico perchè nessun paese al mondo produce la Serpentina
- le principali leggi della fisica sono sbagliate a cominciare dal primo principio della termodinamica

Fai circolare la verità:

Neodimio, mumetal, bismuto!

Serpentina di Schietti

27 Maggio 2010

domenico-schietti.blogspot.com

wafeperu ha detto...

Thanks for your share! very impressive!

cheap nolvadex