02 mag 2010

Inaugurato il Padiglione Italiano all'Expo di Shanghai





È stata inaugurata ieri l’Esposizione Universale di Shanghai 2010, evento che ha già saputo guadagnarsi la reputazione di “Expo dei record”. La portata dell’evento è significativamente illustrata da questi numeri: 70 milioni di visitatori previsti (l’edizione record fino ad oggi è Siviglia ’92 con 41 milioni di visitatori), 192 i paesi partecipanti, 48 le organizzazioni internazionali presenti, 5 i padiglioni tematici, 5,28 Kmq di area espositiva.
Dal 1° maggio al 31 ottobre la metropoli cinese – dove oggi vivono più di 20 milioni di persone - sarà incentrata sul tema Better City, Better Life. Focus lo sviluppo urbano e la sua sostenibilità, l'incontro fra diverse culture nelle città, le nuove tecnologie, le comunità sociali e il rapporto con le zone rurali. Una manifestazione di portata storica, nella quale l’Italia giocherà un ruolo da protagonista, con un Padiglione e un programma di eventi pensati per raccontare ad un pubblico internazionale le eccellenze tecnologiche, culturali e artistiche. Il Padiglione italiano è considerato, dagli organizzatori della manifestazione, tra i 7 più popolari. Quello italiano è stato infatti tra i più visitati nei 6 giorni di ''soft opening'', che ha consentito nei giorni scorsi a oltre 1 milione di cinesi di godere in anteprima dell’Expo. Liu Yongqing, moglie del presidente cinese Hu Jintao, ha visitato ieri in anteprima il Padiglione italiano. La cerimonia di apertura del Padiglione Italiano si è svolta oggi, sabato 1 maggio, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, di Beniamino Quintieri, Commissario Generale per l’Expo di Shanghai 2010 e Riccardo Sessa, Ambasciatore dell’Italia in Cina. Ha partecipato, inoltre, all’inaugurazione Lucio Stanca, Amministratore Delegato di Expo 2015 spa. Il Padiglione è stato infine visitato da numerose autorità e personalità eccellenti, tra cui il Primo Ministro dell’Olanda, Jan Pieter Balkenende e Catherine Ashton, Alto Rappresentante per la politica estera UE.
fonte www.expo2010italia.gov.it

Nessun commento: