24 dic 2010

Auguri di Buon Natale 2010


Un augurio a tutti dalla "splendida" redazione di Architettura Catania, ai soci di Spazi Contemporanei e ai tanti simpatizzanti che ci seguono periodicamente!!!

21 dic 2010

UN 2011 RICCO DI GRANDI , BELLE MOSTRE





Augurandovi serene festività, vi segnaliamo alcuni appuntamenti interessanti per il 2011:

MICHELANGELO PISTOLETTO: From One to Many, 1956-1974
Philadelphia Museum of Art - 28 ottobre 2010 - 16 gennaio 2011
MAXXI 3 marzo 2011 - 26 giugno 2011


PUGLISI. Il Mediterraneo
Coste e costellazioni
Genova, Palazzo Ducale
9-30 gennaio 2011

FISIOLOGIA DEL PAESAGGIO
Juan Carlos Ceci - Fulvio Di Piazza
Bologna, Musei di Zoologia e di Anatomia Comparata dell'Università
22 gennaio - 27 marzo 2011

YVAN SALOMONE
Dove finisce la città
Milano, Galleria Gruppo Credito Valtellinese
26 gennaio - 20 marzo 2011

PREMIO EUROMOBIL UNDER 30
Bologna, Artefiera Art Firts
27 - 29 gennaio 2011

L'OTTOCENTO ELEGANTE
Arte in Italia nel segno di Fortuny, 1860 - 1890
Rovigo, Palazzo Roverella
29 gennaio - 12 giugno 2011

L'ALTRO FORTUNY
L'eleganza nuova
Fratta Polesine, Villa Badoer
29 gennaio - 12 giugno 2011

MELOZZO DA FORLI'
L'umana bellezza tra Piero della Francesca e Raffaello
Forlì, Musei di San Domenico
29 gennaio - 12 giugno 2011

CIARROCCHI. Opere scelte
Rimini, Castel Sismondo
5 febbraio - 27 marzo 2011

CARLA ACCARDI
Segno e trasparenza
Catania, Fondazione Puglisi Cosentino
6 febbraio 2011 -12 giugno 2011

SEGNI COME SOGNI
Licini, Melotti e Novelli fra astrazione e poesia
Catania, Fondazione Puglisi Cosentino, Palazzo Valle
6 febbraio - 12 giugno 2011


IN VIAGGIO
Strade ferrate, itinerari, persone per unire le Alpi
Sondrio, Galleria Gruppo Credito Valtellinese, Palazzo Sertoli
11 febbraio - 30 aprile 2011
DREAMTIME
Aboriginal Australia Art
Man, Nuoro e Carmelo, Sassari
12 febbraio - 26 giugno 2011

L'ITALIA S'È DESTA: 1945 - 1953
Arte italiana nel secondo dopoguerra
da De Chirico a Guttuso, da Fontana a Burri
Ravenna, MAR Soggetta Lombardesca
13 febbraio - 26 giugno 2011

IL MAGNIFICO CRATERE
Padova, Palazzo del Monte
13 febbraio - 13 marzo 2011

TONI BENETTON
Treviso, Palazzo dei Trecento
16 febbraio - 3 aprile 2011

BESTIE
Animali reali e fantastici nell'arte europea
dal Medioevo al primo Novecento
Caraglio, Filatoio Rosso
26 febbraio 2011 - 5 giugno 2011

INCANTI E SCOPERTE
L'Oriente nella pittura dell'Ottocento italiano
Barletta, Pinacoteca « Giuseppe De Nittis », Palazzo Marra,
4 marzo - 5 giugno 2011

PASSIONE MOTO
Padova, Fiere
5 - 8 marzo 2011

ALBERTO GIACOMETTI
Gallarate, Museo MAGA
5 marzo - 5 giugno 2011

VANITAS
Lotto, Caravaggio, Guercino nella Collezione Doria Pamphilj
Genova, Palazzo del Principe
5 marzo - 25 settembre 2011

IL FASCINO DELL'EGITTO
Orvieto, Museo e Fondazione
12 marzo - 2 ottobre

FERNANDA PIVANO
Il viaggio di una vita
Milano, Galleria Credito Valtellinese
1 aprile - 3 luglio 2011

GIO PONTI E RICHARD GINORI
Il fascino del Déco
Milano, Grattacielo Pirelli
1 aprile - 26 giugno 2011

GUARIENTO
E LA PADOVA CARRARESE
Padova, Palazzo del Monte, Musei Civici, Museo Diocesano
16 aprile - 31 luglio 2011

OMAR GALLIANIIL CODICE DEGLI ANGELI
Padova, Museo Diocesano
16 aprile - 31 luglio 2011

BERLINO ANNI '80
Catanzaro, MARCA,
16 aprile - 18 settembre 2011

YVAN SALOMONE
Dove finisce la città
Acireale, Galleria Credito Siciliano
21 aprile - 26 giugno

FESTIVAL BIBLICO
Di generazione in generazione
Vicenza, sedi varie
26 - 29 maggio

FLUSSIDIVERSI 2011
Caorle, sedi varie
27 al 29 maggio 2011

IL GIOVANE TIEPOLO
La scoperta della luce
Udine, Castello
3 giugno - 30 ottobre 2011

LA COLLEZIONE DEL MAN
Nuoro, Museo MAN7 luglio al 16 ottobre

LE GRANDI VIE DELLE CIVILTA'
Relazioni fra il Mediterraneo e il centro Europa
Dalla Preistoria alla Romanità
Trento, Castello del Buonconsiglio,
1 luglio - 13 novembre 2011

OMAR GALLIANI...
TRA PASSATO E PRESENTE
Milano, Museo Poldi Pezzoli
Settembre- ottobre 2011

ESPRESSIONISMO
Passariano di Codroipo, Villa Manin
24 settembre 2011 - 4 marzo 2012

IL SIMBOLISMO IN ITALIA
Padova, Palazzo Zabarella
2 ottobre 2011 - 27 febbraio 2012

LE IMMAGINI DELLA FANTASIA
29° Mostra Internazionale d'Illustrazione per l'Infanzia
Sàrmede, Palazzo Municipale
17 ottobre - 19 dicembre 2011

AUTO E MOTO D'EPOCA
Padova, Fiere, 20 - 24 ottobre 2011

FACE CONTACT
Ritratto e comunicazione
Nuoro, Museo MAN
VAN GOGH E IL VIAGGIO
Pittura degli spazi percorsi da Turner a Gauguin a Rothko
Genova, Palazzo Ducale
12 novembre 2011 - 15 aprile 2012

VII EDIZIONE DEL LUCCAdigitalPHOTOfest
Lucca, 19 novembre - 11 dicembre 2011

nella foto un'opera di Michelangelo Pistoletto

20 dic 2010

Premiazione “Prg - Per Riprogettare Giocando”


17-12-2010 CATANIA:
i Presidenti degli Ordini degli Ing.ri e degli Archh. rispettivamente Grasso e Longhitano hanno consegnato le targhe di riconoscimento per l’ottimo lavoro svolto dagli architetti e dagli ingegneri coordinatori del progetto “Prg, per riprogettare giocando”, che – grazie alla sinergia con l’assessorato alle politiche scolastiche del Comune di Catania – ha coinvolto centinaia di studenti delle scuole etnee, che hanno immaginato la “loro” città, realizzando plastici, disegni, filmati alcuni dei quali saranno al vaglio della commissione comunale competente. Accanto ai presidenti era presente anche l’allora assessore al ramo Sebastiano Arcidiacono, che fin dall’inizio ha sposato l’idea.

Qui il resto del post

18 dic 2010

STASERA PER TELETHON SFILA CANGIARI IL BRAND CALABRESE ECO SOSTENIBILE


Stasera, ore 20.30, Teatro Massimo Bellini TELETHON A CATANIA: LA SOLIDARIETÀ FA GRANDE SPETTACOLO

CANGIARI è il fashion Brand etico e sociale che ha debuttato nel Settembre 2009 ed ha presentato la collezione Primavera/Estate 2011 il 22 Settembre scorso, durante la Settimana della Moda Donna di Milano.
CANGIARI è nato dalla mission di responsabilità sociale del Consorzio Sociale GOEL ed è tutorato dall'imprenditore Santo Versace; ha il patrocinio della Camera Nazionale della Moda Italiana, della Camera Italiana Buyer Moda, del Comune di Milano e della Camera di Commercio di Reggio Calabria. CANGIARI è, inoltre, supportato dalla Fondazione Vodafone Italia e dalla Federazione Calabrese delle Banche di Credito Cooperativo.
“CANGIARI” vuol dire “cambiare” in idioma calabrese e siciliano. “Cambiare” in senso transitivo (il mondo) e riflessivo (se stessi), ma anche portare cambiamento all'interno del sistema moda. Il logo ne completa il significato: in matematica vuol dire dissimile, differente ed esprime la voglia e l'impegno di innovare, differenziarsi. Ogni capo CANGIARI è infatti una metaforica busta da lettera per recapitare a chi lo acquista un messaggio che parla di diritti umani, equità, partecipazione, bene comune, legalità, ecologia e nonviolenza.
Il claim “Beauty is different” è una provocazione per riflettere quanto la dignità di ogni persona, l'equità socio-economica, il rispetto per l'ambiente, la partecipazione e la nonviolenza, non solo siano “giusti”, ma anche “belli”.
Le collezioni CANGIARI sono disegnate da una “Comunità Creativa” e interamente realizzate in Calabria con materiali pregiati e lavorazioni artigianali di alta qualità. Ogni capo è unico perchè reso prezioso dalle applicazioni di artigianalità tessile d'eccellenza: ricami a mano e tessuti al telaio, realizzati secondo le antichissime tradizioni calabresi, rivisitati e attualizzati.
CANGIARI predilige la versione biologica e naturale dei tessuti utilizzati, unendo così ricerca e innovazione al massimo rispetto per l'eco-sistema. Le collezioni sono certificate da parte dell’Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale (ICEA) sulla base dei criteri generali e particolari definiti dal Global Organic Textile Standard (GOTS).
Stile e sostenibilità, nel rispetto pieno e assoluto del “made in Italy”, e ancor piu’ esattamente, del “fatto a mano in Calabria”.
CANGIARI è anche sociale. Tutta la filiera di produzione è composta da cooperative che “abitano il proprio territorio”, si prendono cura delle comunità di appartenenza, si battono contro le mafie e inseriscono al lavoro persone svantaggiate (persone con handicap, donne e giovani disoccupati, persone con malattie mentali, persone detenute o ex-detenute, persone con problemi di dipendenze, persone e famiglie in difficoltà, migranti).
Per tutte queste ragioni i capi di CANGIARI sono “vivi”, esprimono tutto l'amore frutto della grande cura di un lavoro paziente e manuale di una “comunità produttiva” indissolubilmente legata al proprio territorio.
CANGIARI è stato premiato nel maggio scorso al Salone del Lusso Sostenibile di Parigi: "1.618 Sustainable Luxury Fair". Unico marchio italiano di moda presente al Salone parigino, CANGIARI è stato uno dei due soli espositori premiati tra i 60 presenti, selezionati sulla base di ben definiti criteri quali, ad esempio: il rispetto dell'ecosistema e dei diritti umani, la ricercatezza dei materiali, il pregio delle lavorazioni. Il 17 Luglio 2010 CANGIARI è stato insignito del premio “Moda e Sociale” alla undicesima edizione del Gala della Moda - Premio

16 dic 2010

A Natale la beneficenza naviga su internet

Chrome for a Cause” e’ l’iniziativa di Google che dura fino al 19 dicembre – vi permette di finanziare una buona causa a costo zero, semplicemente navigando sui vostri siti web preferiti e aprendo nuove schede.

chrome for a cause

Basta installare un’estensione, che trovate a questo indirizzo. L’estensione conteggerà le schede che avete aperto durante la giornata, e vi permetterà di scegliere a quale fondo di carità destinare la vostra donazione tra i seguenti:

In totale Google è pronta a donare fino a un milione di dollari a nome degli utenti Chrome. Al termine dell’operazione Google dirà com’è andata l’operazione.

Riassumendo, non vi costa nulla, installate l’ estensione e navigate normalmente (come avreste sempre fatto). Una piccola accortezza potrebbe essere, se volete, quella di cambiare ogni giorno il destinatario della vostra donazione.

Per ulteriori informazioni: ITALIANGEEK

15 dic 2010

CasaFatta a Moda - Palermo

DA UN 'IDEA DI GIUDITTA PECORAINO & DaDAeVeNTI

L'evento è stato ospitato nei saloni di Palazzo Fatta, dimora nobiliare settecentesca con una splendida terrazza che si affaccia su Piazza Marina e il suo giardino.

È stata una serata dedicata alla moda e al design promosso da due case di moda, la Dept di matrice olandese e Savage culture originaria della Spagna, insieme con i marchi siciliani di Luan e Desadorna gioielli. Il filo conduttore della performance: la donna interpretata da eleganti modelle che hanno simulato attraverso performance il quotidiano femminile : La casa con la camera da letto e quindi il risveglio, la vita cittadina o metropolitana (lavoro - ufficio - supermarket etc...) attraverso immagini e divertenti simulazioni e inoltre la sera dove verra' riprodotto un vero e proprio pub con donne dj. Gli allestimenti saranno come dei set cinematografici, le modelle si vestiranno e cambieranno in scena attraverso suggestive scenografie, queste scenografie sono ideate e interamente realizzate da 5 studi di architettura: ADELFIO ANELLO architetti, CINA' GARCIAPRADA architetti , il gabinetto di architettura di GIANLUCA GUCCIONE , Studio VINCENZO MARCHESE, MARZIA MESSINA MAME , il VISUAL-GRAPHICS è realizzato da FRANCESCO FERLA ARCHITETTO , le percezioni sonore sono di CLAUDIO INGOGLIA e MARCO LO FRANCO, la musica dal vivo sara' firmata Frequenze Retro ' con temi musicali dai gusti ANNI '40-50. ELISA SIRCHIA DJ -ALBERTO RESTIVO DJ

Per visualizzare le foto: http://www.francescoferla.com/Casa_Fatta.html

10 dic 2010

youngdesignawards



Il progetto vincitore dell'edizione 2009
















Un concorso di idee per la progettazione di elementi d’arredo in acciaio inox che diviene una sfida lanciata da Vincenzo Lamberti, amministratore dell’azienda LD promotrice dell’iniziativa, a giovani designer e architetti under 35.
Il concorso abbatte le barriere imposte alle figure professionali emergenti, crede nei giovani e nella loro capacità, li stimola, li sprona e li invita ad osare.
Niente costi di partecipazione, niente trafila burocratica, solo talento, creatività e passione.
Alle idee migliori è garantita grande visibilità: esposizione in mostra e inserimento del progetto nel portfolio dell’azienda a nome del designer che lo propone, con royalty riconosciuta in caso di commessa e realizzazione.
Young Design Awards è anche confronto, dibattito, crescita di professionisti che si incontrano e si scontrano sulle tematiche più dibattute in ambito di progettazione.
L'obiettivo che muove Young Design Awards è riconoscere il valore del talento dei giovani.
La soluzione che Young Design Awards propone è dare ai giovani uno strumento di visibilità per dimostrare questo talento.

In linea con questa filosofia, Vincenzo Lamberti, giovane amministratore dell'azienda promotrice del concorso, affila i propri strumenti per dare materia alle migliori idee progettuali.
La prototipizzazione delle idee e l'inserimento del progetto nel proprio portfolio aziendale rappresenta il modo migliore per dare ai giovani più intraprendenti e capaci la possibilità di essere "trovati" dai potenziali clienti direttamente dove questi cercano un prodotto realizzato su misura delle proprie esigenze. Creatività, originalità e talento rappresentano la promessa.
Il prototipo è la dimostrazione concreta dei fatti.

Per partecipare c'è tempo fino al 31/12/2010
...il link:http://www.youngdesignawards.it

8 dic 2010

Arriva Natale: regali “cool” per le figlie e le nipotine!!!

Quest’anno girovagando su internet alla ricerca del regalo natalizio per mia figlia, mi sono imbattuta nelle case delle bambole di design. Il mio cuore da architetto si è riempito di una gioia e di una gratitudine immensa … finalmente le nuove generazioni cresceranno tra superfici minimali, colori neutri ed assenza di decorazioni!!! ……… finalmente LESS IS MORE!!!!

A parte gli scherzi, credo che questi giocattoli, lontani dallo stile sfarzoso e principesco delle antiche case patrizie o le dimore di palazzi reali, aprano un po’ la strada ad un diverso modo di concepire l’abitazione e l’arredamento. Infatti, all’interno di queste case, che spesso sono riproduzioni di ville esistenti (Arne Jacobsen Dollhouse), si trovano mobili e oggetti che sono delle vere e proprie opere d’arte firmate dai più grandi designer dei nostri tempi.


Per gli amanti dello “stile nordico” è molto interessante la “Villa Sibis” di SIRCH, un parallelepipedo dalle forme pulite e dalla grande luminosità, con tanto di dependance, piscina e mobili lineari in legno.

Per le “piccole donne” un po’ british, più concrete e dal budget più limitato ecco, invece, che le dollhouse si riempiono dei mobili dell’Ikea e trasmettono quell’area più vissuta della vita cittadina (vedi articolo sul The New York Times).

Inoltre, insieme ad un discorso prettamente estetico, comincia ad affacciarsi anche una valutazione di tipo ecologico; infatti, le ultimissime tendenze propongono delle dollhouse in materiali riciclati e/o riciclabili (legno, bambù …) e con la presenza sui tetti delle casette di pannelli solari, bidoni per la raccolta differenziata dei rifiuti, impianti eolico ed impianti per il compostaggio, nonché serre, dove il bambino può far crescere piante vere. Queste case-giocattolo diventano il vero simbolo di un nuovo modo di pensare che vuole focalizzare l’attenzione sulla natura da salvaguardare.

Ho sempre pensato che il futuro è nelle mani dei bambini ed è nostra responsabilità crescerli nel modo migliore possibile … per cui insegniamo loro la bellezza dell’Architettura Contemporanea!!!!

tratto da Italian Geek (Design)

2 dic 2010

APPELLO ai CTU da parte del Tribunale di CT

Il Processo civile telematico PCT

Martedì 30 Novembre si è svolto nella Sede dell'Ordine degli Architetti della Prov. di Catania un incontro, organizzato in collaborazione con l'Ordine degli Ingegneri della Prov. di Catania, tra i Presidenti delle sezioni VI e IV del Tribunale di Catania e i Professionisti che fanno parte della lunga schiera di CTU (consulenti tecnici di ufficio) dei Tribunali. Il fine di questo incontro è stato quello di spronare i Consulenti a utilizzare le nuove tecnologie per snellire le fasi almeno che competono Architetti e Ingegneri, cioè il deposito di relazioni tecniche di ufficio, l'invio di allegati, la corrispondenza tra Cancelleria e Ctu, Richieste di proroghe, etc.

COS’È IL PCT

Il Processo civile telematico non cambia le regole ma solo il mezzo: è il sistema del ministero della Giustizia che digitalizza i flussi formativi e documentali tra utenti esterni (ausiliari del giudice e avvocati) e Uffici giudiziari. Il cosiddetto “punto di accesso” (PdA) consente di redigere e depositare gli atti attraverso l’uso di un “redattore Atti”, di ricevere biglietti di cancelleria e notifiche, di consultare i dati dei Registri di cancelleria presso gli uffici giudiziari. Il professionista, via web, dal proprio studio potrà: creare e firmare digitalmente e trasmettere gli atti a valore legale al Tribunale - attraverso una connessione sicura - e ricevere un’attestazione temporale ufficiale del deposito; ricevere notifiche dal Tribunale al proprio indirizzo di posta Pec sul PdA; accedere in maniera completa a tutte le informazioni e agli atti depositati relativi ai fascicoli delle procedure già accessibili.


Tratto da: www.i-press.it

26 nov 2010

Il nuovo numero di URUK esamina il fenomeno urbano contemporaneo in Sicilia


URUK•Mag | Overview on Architecture | Rivista di Architettura
Giuseppe Guerrera | Direttore Responsabile
Marco Scarpinato | Vice Direttore
Lucia Pierro, Carmelo Vitrano | Redazione

Il download del nuovo numero: http://www.urukmag.it/Corpon7.html

Segui:
URUK su FB

URUK blog

22 nov 2010

Festival energie alter-native 2010



Dal 2 al 5 dicembre 2010, presso Zo Centro Culture Contemporanee, in Piazzale Asia 6, a Catania, si terrà il “Festival energie alter-native”. Tra gli obiettivi del Festival vi sono quelli di sensibilizzare il pubblico locale e nazionale sulle tematiche delle energie rinnovabili e alternative; dare spazio alle energie creative degli artisti siciliani e non, con particolare attenzione a quelli che propongono temi relativi alle energie rinnovabili; produrre spettacoli teatrali per bambini con tematiche ambientaliste ed ecologiste, anche per valorizzare i luoghi simbolo dell'arte e della cultura contemporanea in Sicilia; organizzare gli eventi con il contributo principale di sponsorizzare privati e aziende che operano nel campo delle energie alternative e rinnovabili.

http://www.festivalenergiealter-native.org/?cmd=home

Tratto da:
SolCoCatania

Qui il resto del post

ÇURFACE, Coffee + Surface

Ovvero il materiale sognato da tutti quelli che anche se si trovassero a far colazione con i pinguini si lamenterebbero di non gustare un buon caffè italiano!!!


Ebbene, per loro è stato realizzato questo materiale ottenuto dai fondi del caffè e plastica riciclata post-consumo. I “Creatori” (dato il merito possiamo usare la C maiuscola?) sono designer ed ingegneri della Re-worked, un’azienda che si occupa di coniugare design industriale e tecnologie verdi, insieme a Axion Polymers azienda leader nel Regno Unito nella rigenerazione di materie plastiche RAEE ed altri rifiuti post-consumo. Il nuovo materiale è stato presentato a marzo alla fiera londinese Ecobuild 2010, specializzata in tecnologie e materiali biocompatibili, catturando l’interesse dei visitatori con sedie e tavoli dalle forme veramente molto particolari.

La “materia prima”, ossia i fondi del caffè, proveniente da uffici, fabbriche e caffetterie, dopo essere stata ripulita e sterilizzata, viene miscelata con la plastica riciclata per ottenere delle lastre composte al 99% da materiale riciclato. A livello sensoriale gli stimoli sono molteplici e tutti particolarmente interessanti: infatti la sensazione tattile richiama le trame ed il calore del legno e della pelle; a livello visivo, naturalmente, il colore predominante è il marrone con tutta la gamma di nuance calde e avvolgenti; a livello olfattivo, e qui viene il bello, il materiale emana proprio l’aroma del tanto amato caffè!

La Re-worked è molto ottimista riguardo le potenzialità del nuovo materiale sia per quanto riguarda la semplice reperibilità della materia prima (ed i caffeinomani sanno di cosa parlo…) sia per quanto riguarda la facilità nel separare e riciclare gli scarti. E proprio per rendere più evidente il legame fra uso, consumo e riuso, l’azienda produttrice ha pensato di arredare bar e caffetterie.

In attesa dell’arrivo del materiale in Italia … buon caffè a tutti!


tratto dal sito: www.italiangeek.com



17 nov 2010

Anche i Sindaci protagonisti della Carta della Ceramica


Come descritto e citato nel D.A.062 della Regione Sicilia del 21/09/2010 "considerato che la ceramica di Sicilia rappresenta uno dei simboli del patrimonio unico ed identitario della cultura siciliana sviluppatasi, a partire dalle produzioni indigene di età greca, con apporti e influssi mediterranei e continentali in epoca romana, medievale, rinascimentale e fino ai giorni nostri è istituito, presso l'Assessorato Regionale dei Beni culturali e dell'Identità Siciliana, un Comitato tecnico-scientifico con funzioni propositive e consultive in ordine alla elaborazione di programmi di ricerca, studio e formazione per il necessario supporto all'Amministrazione nelle fasi attuative della cosiddetta Carta della Ceramica.

Il Comitato è così composto:
- Prof. Avv. Gaetano Armao, Assessore Regionale per i Beni culturali
e per l'Identità Siciliana o suo delegato, con funzioni di Presidente;
- Arch. Gesualdo Campo, Dirigente Generale del Dipartimento
Regionale Beni Culturali e dell’Identità Siciliana;
- Dott.ssa Maria Enza Cilia, Dirigente del Servizio Patrimonio
Archeologico del Dipartimento Regionale Beni Culturali e dell’Identità Siciliana;
- Maestro Giacomo Alessi, insigne esponente dell’arte ceramica Siciliana;
- Dott.ssa Rossana Giacalone Caleca, insigne esponente della produzione ceramica Siciliana;
- Arch. Beatrice Caffarelli, libero professionista;
- Sindaci dei Comuni che hanno sottoscritto la “ Carta di Burgio”(Burgio, Collesano, Caltagirone, Sciacca, S. Stefano di Camastra e Patti)

La Dott.ssa Maria Enza Cilia viene nominata Presidente Vicario del Comitato.
Il coordinamento della segreteria del Comitato viene conferito alla Dott.ssa Donatella Milazzo.
I componenti del Comitato durano in carica per il periodo necessario ad espletare
interamente il mandato.
Dalla partecipazione al Comitato non deriva diritto ad alcun compenso e nessun onere
potrà gravare sul bilancio dell'Amministrazione Regionale.
I compiti di divulgazione e comunicazione dell’attività del Comitato sono affidati alla Dott.ssa Maria Garcia De Los Angeles".

Fonte:
http://www.regione.sicilia.it/beniculturali/dirbenicult/provvedimenti/altro_view.asp?editid1=272

Qui il resto del post

13 nov 2010

Giulio ci ha ripensato!

Il Governo torna sui suoi passi e include il bonus del 55% per le eco ristrutturazioni nel decreto Milleproproghe: questa la notizia annunciata dal relatore della maggioranza Marco Milanese.

Dopo un primo allarme, in cui sembrava che con la nuova Finanziaria i cittadini italiani dovessero seriamente rinunciare agli sgravi fiscali per attuare accorgimenti di risparmio energetico nella propria abitazione, arriva in extremis la buona novella: chiunque fosse interesso a installare pannelli solari o fotovoltaici, cambiare i serramenti di casa o isolare le mura domestiche, potrà ancora contare su un bonus notevole.

11 nov 2010

L'ambiente? Fottitene!




La mattina ti svegli e trovi sempre qualche bella notizia che ti sprona ancora a lavorare.

L'ultimissima riguarda la mancata proroga al 2011 della detrazione irpef del 55% sulle spese per l'efficientamento energetico degli edifici.

Effettivamente era inutile, no? D'altra parte gli studi dell'Enea e di Cresme evidenziavano il bilancio largamente positivo del 55%, anche in termini finanziari, per lo Stato e la collettività, ma l'Italia non ne ha bisogno, è in piena ripresa economica perchè sprecare i nostri soldi in politiche inutili.

Evidentemente a Giulio interessa molto poco delle maxi multe di centinaia di milioni di euro che ci arriveranno dall'Unione Europea per non aver ridotto le emissioni di CO2 come previsto dal Protocollo di Kyoto e i consumi di energia come prevede la strategia comunitaria Europa 2020. Tanto siamo un paese ricco.

Giulio....ripensaci!

8 nov 2010

07.11.2010 SAEM

Foto del Convegno "Ecos3 Sviluppo Sostenibile in Sicilia" del 07.11.2010

Convegno Ecos3 Sviluppo sostenibile in Sicilia organizzato da Aforis, insieme all'Associazione Culturale Spazi Contemporanei, l'Accademia Universitaria del Mediterraneo, lo studio di Architettura Fabrizio Russo Associati e l'Istituto Nazionale di Bioarchitettura di Catania

CHIUSURA IN GRANDE STILE
«Oltre 1000 studenti; +30% di visitatori provenienti da tutta la Sicilia; decine di work shop e migliaia di prodotti per l´edilizia esposti nella grande vetrina delle Ciminiere. Questi i numeri del 18° Saem, che quest´anno è cresciuto ulteriormente in quantità, ma soprattutto in qualità». Con queste parole il direttore di Eurofiere, Alessandro Lanzafame, saluta il Salone dell´edilizia del Mediterraneo, che stasera chiude i battenti, riproponendosi di tornare l´anno prossimo con la passione e la grinta che hanno caratterizzato quest’edizione. Ultima giornata ricca di iniziative, quella di oggi, che ha visto puntare i riflettori sulla Bioarchitettura, grazie al seminario di Ecos3 e Associazione Spazi contemporanei (presidente Giovanni D´Amico, direttore tecnico Fabrizio Russo) che ha visto attorno al tavolo dello sviluppo sostenibile, importanti attori che operano sul nostro territorio con una filosofia ben precisa: «Ogni intervento, sia piccolo che grande, sia pubblico che privato, sia di nuova realizzazione che di recupero, è un´occasione per fare architettura nel rispetto dell´ambiente». Il convegno – moderato dalla giornalista Grazia Calanna – dopo i saluti di Vittorio Virgilio della Aforis, ha visto diverse riflessioni sul tema della bio-edilizia, dei nuovi modelli dell´abitare sostenibile, dei criteri di progettazione impiantistica improntata alla riduzione dei consumi e dei materiali bio-compatibili. Ha partecipato, tra gli altri, l´assessore provinciale alle Politiche dell´Ambiente e Territorio Domenico Rotella che, dopo aver portato i saluti del presidente della Provincia Regionale di Catania Giuseppe Castiglione,ha sottolineato «l´occasione offerta da Saem per discutere di argomenti di grande attualità, che servono a edificare il futuro sulla base dei principi di rispetto e ed eco-innovazione». Tanti gli argomenti affrontati: dai sistemi di impermeabilizzazione per coperture e facciate ventilate in materiali composti riciclabili ai sistemi di isolamento in sughero; dagli infissi certificati agli impianti di riscaldamento a pannelli radianti; dall´illuminazione Led per interni ai sistemi domotici, passando per l´integrazione tra sistemi fotovoltaici, solari-termici e geotermici.
Foto del Convegno "Ecos3 Sviluppo Sostenibile in Sicilia" del 07.11.2010

All´interno di questa cornice, si è svolto inoltre il Premio Bio-compatibile, coordinato dall´architetto Francesco Ferrara: è stata Witti Mitterer – cofondatore dell´Istituto nazionale di Bioarchitettura – a consegnare la targa italiana che premia l´edilizia rispettosa del clima, della salute e dell´ambiente psicofisico dell´uomo, in alternativa a quello meramente funzionalista che ha generato decenni di speculazione immobiliare. Le industrie selezionate dopo un´attenta riflessione in linea con le ricerche condotte in questo ambito, sono state: “Rofix Spa” (menzione speciale) per la linea CalceClima e la Premix Spa Sistema natural. La cerimonia si è conclusa con l´intervento programmato di Santi Spartà dell´Irma, l´Istituto di ricerca medica e ambientale unico nel Sud Italia a eseguire i referti di biocompatibilità su prodotti e componenti edilizi.
Foto del Convegno "Ecos3 Sviluppo Sostenibile in Sicilia" del 07.11.2010

Si è concluso così, con una pennellata di verde – sinonimo di ambiente e soprattutto di speranza – il Saem 2010: «Questa edizione – conclude Lanzafame – più degli altri anni, per noi è stata una scommessa. In un momento di crisi economica, dove il mercato si ritrae e dove si fanno i conti con la calcolatrice in mano, siamo riusciti ancora una volta, da un lato, a far convergere gli espositori verso la nostra piazza di scambio, dove transitano importanti operatori e consulenti del settore; dall´altro, a convogliare e convincere con il nostro prodotto “fiera” migliaia di visitatori che, anche questa volta, hanno scoperto grazie al Salone dov´è e com´è orientata l´innovazione».

Tratto da:
http://www.i-press.it/comunicati.php?id=707#null
Foto di:
http://www.spazicontemporanei.it/
Per info:
http://www.ecos3.it/index.html

Qui il resto del post

5 nov 2010

EcoS3 Sviluppo Sostenibile in Sicilia

"EcoS3 Sviluppo Sostenibile in Sicilia" e' il tema del Convegno che si terra' Domenica 7 novembre ore 15.00 – 20.00 al Salone dell'Edilizia del Mediterraneo, presso il Centro Fieristico "Le Ciminiere" di Catania.

"Ogni intervento sul territorio siciliano, sia piccolo che grande, sia di nuova costruzione che di recupero e' sempre un'occasione per fare architettura nel rispetto dell'ambiente", questo l'incipit con cui si apriranno i lavori.

Organizzato da Aforis, insieme all'Associazione Culturale Spazi Contemporanei, l'Accademia Universitaria del Mediterraneo, lo studio di Architettura Fabrizio Russo Associati e l'Istituto Nazionale di Bioarchitettura di Catania, il convegno affrontera' le principali tecniche di ecoinnovazione, i criteri di progettazione eco sostenibile e la progettazione impiantistica improtanta alla riduzione dei consumi.

In occasione del Convegno verranno inoltre presentanti nuovi modelli abitativi ecosostenibili.

L'iniziativa che vede il patrocinio dell'Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente ha l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica ai temi dello sviluppo sostenibile e della riduzione dei consumi energetici.

Sempre piu' forte e' infatti l'esigenza di invertire la rotta nello sviluppo economico del territorio siciliano. In un periodo storico dove non si possono piu' accettare sprechi di risorse economiche pubbliche o private, occorre rilanciare l'economia attraverso modelli di sviluppo virtuosi che sfruttino le risorse rinnovabili e che rispettino il costruito.

In seguito al Convegno si prevede' la pubblicazione di una guida sulle principali tecniche di ecoinnovazione applicabili al costruito e sulle nuove abitazioni.



4 nov 2010

Bioedilizia con tinte naturali Premiate a Rimini le vernici ideate a Guspini (CA)


Al progetto hanno partecipato due aziende di Guspini, una di Nule e un'altra di Oliena. Oggi a Rimini riceveranno l'ambito riconoscimento assegnato da una giuria nazionale.
Sono ancora poche le imprese sarde che investono sul rispetto e la tutela delle risorse con produzioni ecocompatibili. Guidate da imprenditori coraggiosi, hanno avviato in sordina un'inversione di marcia investendo su biologico ed ecocompatibile. Una di queste è l'Edilatte di Guspini, produttrice di materiali per l'edilizia, che questa mattina a Rimini riceverà “Il premio sviluppo sostenibile 2010” per “aver saputo coniugare qualità ambientale e competitività industriale”.
IL PREMIO Il riconoscimento è istituito dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile con la collaborazione di “Ecomondo-Rimini Fiera” e l'adesione del presidente della Repubblica. Dieci le aziende di tutta Italia che sono state giudicate in base all'efficacia dei risultati ambientali raggiunti, al contenuto innovativo del processo produttivo, ai risultati economici conseguiti e alla possibilità di diffusione in Italia del prodotto.
LA DITTA L' “Edilatte” produce tinte, pitture murali, malte, intonaci, materiali coibentanti e isolanti e tanti altri prodotti per l'edilizia.
L'iniziativa è stata realizzata senza denaro pubblico, con la sola forte unione e sinergia di competenze tra gli imprenditori Oscar Ruggeri e Daniela Ducato di Guspini, i fratelli Crabolu di Nule e Bastiano Ghisu di Oliena. «C'è stata anche la collaborazione dell'architetto Silvano Piras e il contributo di diversi esperti di progettazione, del collegio degli imprenditori edili della Sardegna e della Camera di commercio di Cagliari», afferma Oscar Ruggeri.

La “Edilatte” realizza i suoi prodotti con componenti naturali al centro per cento e con consumo nullo di acqua. «Sono tutti eccedenti del surplus agricolo, alimentare, apistico, oleo-vinicolo, lattiero caseario e boschivo», aggiunge Daniela Ducato.
IL PROCEDIMENTO La lavorazione degli elementi base, che sono oltre trecento, ottenuti con zero consumo di suolo e di risorse idriche, avviene in buona parte a crudo, con lentissima maturazione e ventilazione naturale. Per alcuni prodotti segue poi la stagionatura a secco dentro sfoglie di lana di pecora o in guscio di terra. Il riutilizzo di sottolavorazioni e le lavorazioni a crudo offrono vantaggi immediati: consumo energetico nullo, non si producono scorie, indipendenza dal mercato e da fonti di energie non rinnovabili, facilità di approvvigionamento del materiali eccedenti che in molti casi comporterebbero costi elevati di smaltimento.
IL RICICLO «Si pensi ad esempio ai reflui inquinanti della lavorazione del formaggio, dell'olio di oliva, del vino o ai rifiuti speciali vegetali, quali gli scarti di piallatura di legni altamente tanninici che non possono essere trasformati in pellet», evidenzia Daniela Ducato. «Grazie all'innovazione free water senza acqua aggiunta, hanno imballaggi con volumi ridottissimi. Ridotti fino al settanta per cento, quindi con enormi vantaggi nei costi di trasporto, che per un imprenditore sardo non è di poco conto», sottolinea Oscar Ruggeri.
L'ESPERIENZA I produttori di Guspini e i fratelli Crabolu di Nule non sono alla loro prima esperienza nel campo della biodiversità. Hanno già un'altra azienda: la “Edilana”. Produce un materiale naturale realizzato con scarti di pura lana vergine di pecore sarde. «Il pelo della lana - ha spiegato Luciano Morselli, ordinario di Chimica dell'ambiente all'Università di Bologna e responsabile scientifico di “Ecomondo” - è naturalmente ricco di cheratina e di lanolina, componenti fondamentali per creare un ottimo isolante, fonoassorbente, idrorepellente e antimuffa». L'ideale per isolare tetti, muri e controsoffitti.

CARLA ACCARDI : Segno e trasparenza in mostra a PALAZZO VALLE dal 6 febbraio




CARLA ACCARDI
Segno e trasparenza
Catania, Fondazione Puglisi Cosentino
6 febbraio 2011 - 12 giugno 2011

La Fondazione che Alfio Puglisi Cosentino ha creato a Palazzo Valle, nel cuore di Catania, propone, dal 6 febbraio al 12 giugno 2011, una grande mostra di Carla Accardi curata da Luca Massimo Barbero.
Sarà una mostra assolutamente irrepetibile: l'artista, infatti, ne è doppiamente protagonista: con le sue opere ma anche con la sua personale interpretazione delle architetture e degli spazi dello storico Palazzo, capolavoro del Vaccarini. Una grande mostra-installazione, quindi, dove ciascun ambiente sarà connotato in modo diverso, secondo la relazione che Carla Accardi percepisce tra le sue opere e le architetture della sede destinata ad accoglierle.
Lungo questo percorso attraverso il Palazzo pensato dall'artista, si intrecceranno e susseguiranno in un ordine ideale i suoi primi lavori sul dialogo tra spazio, segno e colore, sino alle sperimentali superfici trasparenti di sicofoil, su cui dipinge, e alle articolate installazioni di grande dimensione.

Carla Accardi (Trapani, 1924) vive e lavora a Roma dal 1946. Ha partecipato al gruppo romano Forma dal 1947 ed è considerata uno tra i protagonisti dell'arte astratta italiana dal secondo dopoguerra: dal 1948 ha partecipato in più occasioni alla Biennale di Venezia. Il suo lavoro si fonda sulla feconda interazione tra segno, superficie, luce e colore, che si dirama in realizzazioni che spaziano dal dipinto all'installazione.

Le prime sale della mostra saranno dedicate alle articolazioni di quelli che possono essere definiti i "segni cromatici" della Accardi, che iniziano a proliferare sulle tele dei primi anni Cinquanta in configurazioni libere e distese, per poi assumere alla metà del decennio la caratteristica bicromia del positivo / negativo, che determina la superficie tra bianco e nero. Un intenzionale scarto cronologico, nella medesima sala, mette in relazione questi lavori con l'installazione Casa Labirinto del 1999-2000, opera percorribile in cui il plexiglas è attraversato da segni bianchi e neri, proponendo un confronto diretto tra le diramate stagioni espressive di Accardi.
Dopo una sala dedicata alla serie delle opere a sviluppo centrico, denominate "tondi" o "cervelli", la mostra concentrerà la propria attenzione sulla strutturazione del segno in griglie e regolarità ritmiche, di cui oggi si può leggere la straordinaria attualità sia cromatica sia linguisitica. Anche per queste ragioni, la mostra approfondisce in modo inedito e come mai in precedenza la fisicità del dialogo tra segno e trasparenza nel lavoro di Accardi: si concentra così in particolare sulle opere realizzate su sicofoil, che vanno dai lavori su telaio rettangolare o quadrato, agli accenni installativi dei telai sagomati, alle vere e proprie realizzazioni in chiave ambientale oltre il dipinto.
A sottolineare questa tensione ambientale del lavoro di Accardi, l'intero itinerario della mostra è concepito come un percorso nel Palazzo che dialoga con la fisicità stessa delle sue sale, anche attraverso opere recenti e realizzate per l'occasione, come la grande superificie di ceramica concepita per il suo cortile. Il tracciato dell'esposizione sarà inoltre punteggiato da installazioni collocate in relazione con l'architettura e con le opere alle pareti, come ad esempio Rotoli (1965-69), Cilindrocono (1972), Paravento (1972), la serie dei Coni in maiolica (2004), Si dividono in vano (2006).
Al piano superiore, la mostra presenta una straordinaria sala dedicata ai grandi dipinti realizzati dall'artista per la sua sala personale alla Biennale di Venezia del 1988, per culminare con Pasos de Pasaje (2007), grande lavoro che realizza la fusione di architettura e segno: pavimento di piastrelle in gres dipinto, con segni alternati di colore verde e cobalto su sfondo bianco, che intende anche rimandare a un forte legame con la tradizione creativa delle arti applicate in Sicilia ed è stata realizzata a quattro mani con Gianna Nannini, che ha concepito per essa un suo brano come specifica presenza sonora parallela a quella visiva.

Realizzata in collaborazione con lo Studio Accardi, sede dell'archivio dell'artista, e RAM radio arte mobile di Roma, che è la sua principale galleria di riferimento, la mostra avrà anche la straordinaria occasione di presentare al pubblico il nuovo catalogo ragionato in corso di pubblicazione, a cura di Germano Celant, oltre ad essere il primo nuovo grande riscontro espositivo dell'artista in Italia dopo la serie di significative mostre internazionali che le sono state dedicate, come quella al Centro Cultural Recoleta di Buenos Aires.
In occasione della mostra, verrà pubblicata una monografia a colori a cura di Luca Massimo Barbero, edita da Silvana Editoriale, che attraverso un ricco apparato iconografico intrecciato a saggi inediti e a una selezione di materiali documentari, intende proporre un percorso di lettura mirato dell'opera di Accardi, dedicato alla relazione tra segno e trasparenza.

2 nov 2010

Un Hotel tra gli alberi



Chi non ha mai sognato da piccolo una casa su un albero?
Gli svedesi hanno dato vita a questo sogno con un progetto davvero interessante.
Noti per aver gia' realizzato un hotel fatto di ghiaccio e un albergo in un lago, gli svedesi hanno dato vita a questo sogno con un progetto davvero interessante: realizzare un hotel tra gli alberi.
Le camere dell'Hotel Tree, nel villaggio di Harads nel nord della Svezia, sono raggiungibili attraverso scale retrattili e rampe, e hanno in comune design esclusivo.
Le stanze di questo albergo nella natura, assomigliano a nidi d'uccello, a cubi invisibili, a saune, a dischi volanti.
Ed e' tutto vero tangibile, non i soliti rendering e le solite idee utopiche, qui e' tutto vero.

Per avere un'idea dell'hotel postiamo il servizio realizzato dalla BBC Inglese

Link al servizio della BBC
http://news.bbc.co.uk/2/hi/programmes/fast_track/9130766.stm

In Italia sarebbe possibile tutto cio' .... credo di no.

Unico aspetto negativo: il prezzo. Per soggiornare una notte occorrono 450 Eur a coppia.

26 ott 2010

SOLAR TEC DUE



Martedì 9 Novembre presso la sede dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Catania, largo Paisiello, 5 alle ore 15.00 si svolgerà il SEMINARIO SUI SISTEMI SOLARI TERMICI (4 ore) organizzato dalla Fondazione dell'Ordine degli Architetti P.P. e C. della Prov. di Catania in collaborazione con Vaillant. Il Seminario è rivolto a tutti i tecnici addetti ai lavori, ai progettisti iscritti agli Ordini professionali.
Si prega di dare conferma dell'adesione entro il 03.11.2010, all’indirizzo fondazionearchitettict@gmail.com, indicando: nome, cognome , indirizzo, recapito telefonico e contatto mail.
Verrà rilasciato attestato di partecipazione, materiale tecnico informativo.



Il Programma:
Scelta e definizione dei sistemi solari termici ad integrazione della produzione di acqua calda sanitaria e del
riscaldamento ambiente.

• Generalità sui sistemi solari termici

• Dimensionamento degli impianti solari termici a circolazione forzata per la produzione di acqua calda
sanitaria:
- la stima del fabbisogno sanitario e la valutazione della capacità dell’accumulo;
- il concetto di copertura solare e l’influenza dei parametri locali: località climatica, orientamento,
inclinazione;
- l’influenza dell’ombreggiamento;
- la configurazione e disposizione del campo collettori;

• Gli impianti solari termici combinati per la produzione di acqua calda sanitaria e del riscaldamento
ambiente

• Applicazioni impiantistiche del solare termico attraverso le centraline di regolazione:
- soluzioni per l’acqua calda sanitaria;
- soluzioni per acqua calda sanitaria e il riscaldamento ambiente.

• Gli impianti solari termici a svuotamento (drain-back) per la produzione di acqua calda sanitaria:
descrizione e funzionamento;

• Gli impianti solari termici a circolazione naturale per la produzione di acqua calda sanitaria: descrizione e
Funzionamento.

Seguirà rinfresco

20 ott 2010

Paratissima 2010-TORINO


Tutti a tavolaaa... Si gioca! La cucina, “laboratorio creativo” della casa, diventa lo spazio dove è anche possibile giocare. I piatti, le ciotole, i vassoi, si nascondono sotto nuove forme che ne cambiano anche la funzione ordinaria e classica. Diventano così oggetti di gioco. Giochi seri!
L'installazione sarà ospitata negli spazi di Zabbara Zabbara via Saluzzo 49 Torino
tratto da:
http://www.improntabarre.it/news.aspx

Qui il resto del post

19 ott 2010

NEXTI'INK

E' in giro il n° 4 di NEXTL'INK www.nxtlink.it


Giornale dedicato all'Arte, alla Letteratura, Architettura, Design, Musica, Cinema, Moda e Sport.


All'interno,recensione sul WORKSHOP OF ARCHITECTURE AND URBAN DESIGN INTERSECTION, organizzato dalla Fondazione dell'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Catania, tenutosi al Palazzo della Cultura di Catania nel mese di Settembre.








8 ott 2010

Pubblicato su ECOSTYLE24 un articolo sulla CasaB2, la casa ecologica siciliana

Ecostyle24 è un giornale on-line con una redazione molto attenta a tutto ciò che riguarda l'interazione compatibile tra uomo ed ambiente l'ambiente. Affronta temi che riguardano la bioarchitettura, le tecnologie, la moda, l'abbigliamento, il design, i motori, i viaggi, etc.
Di recente ha pubblicato una news sulla CasaB2, la casa ecologica siciliana progettata con criteri di alta prefabbricazione.





3 ott 2010

NUOVE PROFESSIONI : HOME STAGER, EVOLUZIONE DELL'INTERIOR DESIGNER


In tempo di magra per la compravendita di case, c'è chi si è inventato una figura in grado di rendere l'abitazione più attraente per i possibili acquirenti. L'idea è venuta a Michela, milanese con il pallino per l'arredamento:
"Ho lavorato per qualche anno in un mobilificio, affinando una capacità che oggi mi torna utilissima: riuscire a rendere bella ed accogliente anche una casa piccola o un pò vecchiotta. Le clienti del negozio presso il quale lavoravo, infatti, erano entusiaste del risultato finale, ottenuto anche grazie ai miei consigli. Io, però, sentivo che fare l'arredatore e basta non mi piaceva più: volevo lanciarmi in qualcosa di più divertente o soprattutto che valorizzasse il mio "fiuto" per il bello. Quando mi sono imbattuta in questo sito in inglese (www.stagedhomes.com), quindi, mi si è aperto un mondo. Sarei diventata home stager: in pratica la mia attività consiste nel valorizzare le case che devono essere vendute, perchè siano più "appetibili".
La sfida consiste nel ridurre al minimo le spese (perchè, appunto, chi vende un appartamento non ha nessuna voglia di spendere altri soldi per migliorarlo), quindi, la mia consulenza è tutta legata ad aspetti come la disposizione dei mobili, la possibilità di rendere le stanze più luminose o più ampie, la capacità di camuffare difettucci ed altre strategie a costo zero. Per iniziare ho aperto una Partita Iva ed ho comincitao ad organizzarmi in casa, con Pc, macchina fotografica (per mostrare i prima ed i dopo) e ho cominciato a lavorare con il passaparola. Non vorrei esagerare, ma un pò di "psicologia" non guasta: aiuta a capire cosa colpisce al cuore, appena si entra in una casa!"
Ci si potrebbe proporre anche come consulenti per le agenzie immobiliari. Dal sito americano per un ora di lavoro, si guadagnano da 50 a 150 dollari. Vuoi vedere un Home stager al lavoro? Clicca qui per il video!

1 ott 2010

VISITE GUIDATE GRATUITE ALLA MOSTRA " OTHERS" A PALAZZO VALLE


Tutti i mercoledì alle ore 11, tutti i venerdì alle ore 18, tutti i
sabato alle ore 18, a cominciare da sabato 2 ottobre fino alla fine
delle Biennali di Istanbul e Atene in mostra alla Fondazione Puglisi
Cosentino, le stagiste del Master in Didattica Museale e Comunicazione
Culturale per i Musei di Catania, coordinate dallo staff della Sezione
Didattica della Fondazione Puglisi Cosentino, terranno visite gratuite
in mostra. Non sarà necessaria la prenotazione.
Anche se non si forma il gruppo per la guida, su richiesta, i
mediatori museali si soffermeranno con il visitatore di fronte ad una
singola opera o lo accompagnerano lungo tutto il percorso, orientando
il pubblico e offrendo spunti di conoscenza ed interpretazione dello
spazio e delle opere.
Il 9 ottobre, in occasione della Giornata del Contemporaneo le visite
gratuite saranno triplicate alle ore 10, alle 17 e alle 18, e
l'ingresso sarà gratuito per tutti.
Il 2 e il 9 ottobre alle ore17, a cura del Dipartimento Educazione del
Museo Regionale d'Arte Contemporanea di Palazzo Riso, saranno tenuti
dei laboratori per bambini accompagnati dalle loro famiglie.
Le attività sono completamente gratuite, il costo del biglietto
d'ingresso è di 1 euro per i residenti di Catania e provincia.

25 set 2010

... in attesa che torni Giuseppe.

Questo non è un post come gli altri.
Non parla di architettura ma di un Architetto.
Giuseppe Davide Marletta.
Un Amico che da tre mesi è costretto in un letto di ospedale in attesa di tornare a vivere e riabbracciare i suoi cari.
Solo poche parole per rappresentare l'angoscia di chi come noi, amici e colleghi, partecipa a questa assurda attesa per il suo risveglio.
Parole per testimoniare che, mentre scriviamo sul blog di eventi e progetti, il nostro pensiero è sempre rivolto al dramma di un amico e della sua famiglia.
Noi continueremo a parlare di architettura ... in attesa che torni Giuseppe.

la redazione di ArchitetturaCatania