29 gen 2009

"Più architettura contemporanea in Italia" su Facebook


Come alcuni di voi già sapranno, SpaziContemporanei da qualche settimana è presente su Facebook in vari modi. Uno di questi è la creazione di gruppi di utenti interessati a discutere su tematiche di interesse generale legate in vario modo alla promozione della cultura architettonica contemporanea. Particolare successo ha riscosso i questo senso il gruppo "Più architettura contemporanea in Italia"; creato appena l'11 gennaio, il gruppo è già costituito da più di 700 iscritti ed è in continua crescita. Il programma del gruppo prevede l'impegno di alcuni responsabili che provvederanno a diffondere le tematiche del gruppo in tutte le regioni Italiane. Diverse regioni sono ancora prive di un resposabile quindi, se qualcuno fosse interessato, potrà candidarsi tramite e-mail all'indirizzo spazicontemporanei@gmail.com.
Nel resto dell'articolo (per visualizzarlo clicca su "read more") è riportato l'incipit del gruppo... e mi raccomando... se condividete il nostro punto di vista, iscrivetevi.... (è gratis); forse dimostrando di essere in tanti a pensarla allo stesso modo, sarà più facile cambiare le cose.


PIU' ARCHITETTURA CONTEMPORANEA IN ITALIA
L'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA PUO' COESISTERE CON QUELLA STORICA
...un tempo l'Italia è stata la patria dell'architettura....
...un tempo gli architetti italiani erano tra i più famosi e ricercati al mondo.
Oggi, grazie agli architetti del passato, l'Italia possiede da sola gran parte del patrimonio architettonico mondiale.
Le grandi architetture del passato, che oggi sono universalmente riconosciute come beni di interesse culturale, sono state create perchè veniva data grande rilevanza all'Architettura come disciplina e agli architetti veniva richiesto un costante impegno per realizzare opere all'avanguardia secondo le tecniche e gli stilemi dell'epoca.
Ma nella società italiana del presente, che ruolo ha l'Architettura?
Altre nazioni europee hanno da tempo surclassato l'Italia nella diffusione della cultura architettonica contemporanea.
Quali e quante sono e opere di achitettura contemporanea italiana che passeranno alla storia così come hanno fatto altre grandi architetture del passato?
Questo gruppo vuole contribuire al diffuso dibattito sul rapporto tra l'architettura moderna e qulla tradizionale per fornire un preciso punto di vista: tutta l'architettura di qualità del passto è stata, a suo tempo, modernissima; pertanto oggi bisogna insistere nel trovare un dialogo tra le nuove costruzioni, progettate secondo criteri contemporanei, ed il territorio, ricco di edifici di grande valore storico.
Copiare le architetture del passato è la più grande offesa che possiamo fare alla memoria degli architetti che le hanno progettate in un epoca diversa, con materiali diversi, con esigenze diverse.
Ogni edificio (piccolo o grande), ogni opera (pubblica o privata), ogni uovo intervento sul territorio (più o meno storicizzato) è un'occasione per fare architettura ed attribuire un valre aggiunto all'ambiente.
L'Italia può e deve tornare ad essere la culla dell'archittura e non soltanto occuparsi di salvaguardia.



26 gen 2009

Report sul Congresso Mondiale degli Architetti


Dal 29 giugno al 3 luglio 2008 a Torino si è svolta la XXIII edizione del Congresso Mondiale degli Architetti promosso dall'UIA, Unione Internazionale degli Architetti. La manifestazione, nata nel 1948 e per la prima volta assegnata a una città italiana, rappresenta il punto d'incontro e di dibattito sul futuro dell'architettura nel mondo del XXI secolo. Tema del congresso 2008 è stato il Comunicare l'Architettura. Il 29 Gennaio 2009 (ore 19:30) al Centro Zo di Catania si potrà assistere ad un interessante Report con reportage video e dibattito a cura dell'Ordine degli Architetti e PPC della Prov. di Catania e la Fondazione Ordine Architetti PPC Prov. di Catania.


Qui il resto del post

24 gen 2009

Mostra di architettura "Immaginari di immagini"

Ultimi giorni della mostra di architettura "Immaginari di Immagini" presso i locali del MAMMUT nel centro storico di Catania in via San Lorenzo 20. L'evento ci piace e ci sembra doveroso segnalarlo perchè l'idea di esporre progetti contemporanei di architettura evidenzia la volontà di tirar fuori quel pizzico di "arte" e "creatività" che distingue il lavoro dell'architetto ed evidenzia il ruolo culturale dell'architettura al di là degli aspetti prettamente edilizi.
"Mammut Art Concept" nasce dall'idea di unire la cultura al divertimento esponendo le opere di giovani creativi siciliani, artisti, architetti, fotografi, grafici, pittori, illustratori, performers, designers, etc. La mostra "Immaginari di Immagini" espone alcuni progetti degli Archh, G. Romeo e S. Greco in collaborazione con A. Greco e S Tosto fino al 28 gennaio.








Qui il resto del post

21 gen 2009

Residenze contemporanee (2)



A dimostrazione di quanto la Cina vada forte in architettura negli ultimi tempi (se mai fosse necessario dimostrarlo), ecco qualche esempio di case contemporanee realizzate nel 2007 a Nanjing city dallo studio emergente AZL Atelier Zhang Lei. Due residenze edificate con materiali e tecniche comuni: cemento e mattoni.

per leggere l'intero articolo clicca su "read more" .


La prima è la Slit House, in cui AZL riesce a riproporre la tipologia edilizia a falde della ville isolate adiacenti, utilizzando il cemento armato con cassaforme in listelli di legno di appena cinque centimetri di larghezza. Lo stesso disegno listato caratterizza la pavimentazione in legno del giardino ed altri dettagli interni. Un'ampia vetrata illumina gli spazi comuni e taglia l'edificio distinguendone le are funzionali.





La seconda è la Brick House, realizzata con i mattoni prodotti nella zona. Anche in questo caso l'utilizzo di un materiale semplice non impedisce di valorizzare l'edificio trattando e diversificando le superfici.



















Architectural record
chinese-architects.com

Photo © Iwan Baan

19 gen 2009

C'era una volta il Sud Est


Mi sembra doveroso segnalare un evento a cui noi di architetturacatania parteciperemo vista l'importanza. La Val di Noto, e in particolar modo le otto città di Palazzolo Acreide, Caltagirone, Catania, Militello in Val di Catania, Modica, Noto, Ragusa e Scicli, assistono dal 2003 ad una celebrazione infinita ma non ad una reale partecipazione di massa ai problemi di recupero e salvaguardia dei loro territori, visto che non si tratta solo di centri storici ma di un intero "ambiente" da DIFENDERE. Nell'Anniversario del Riconoscimento Unesco agli otto comuni del Val di Noto si racconteranno e analizzeranno i progetti tramite una tavola rotonda dei protagonisti principali della ipotesi di rinascita di questo territorio. Credo sarà importante capire se c'è stato un miglioramento sensibile oppure molto incisivo rispetto alle previsioni ... ma a questo però possono rispondere solo i primi cittadini che credo inevitabilmente saranno tutti presenti.
Ambito: Festival del Paesaggio

Indirizzi di saluto: Corrado Valvo, Nicola Bono, Titti Bufardeci, Stefania Prestigiacomo
Interverranno: Enzo Bianco, Fabio Granata, Ivan Lo Bello, Piero Torchi
Modera Nino Milazzo
Presenta Costanza Messina
Conclude Salvatore Settis Il Paesaggio come Heritage
Con la partecipazione artistica di Lucia Sardo

18 gen 2009

Legno e linee essenziali per l'arredo urbano














Quante volte, passeggiando in centro storico ci siamo soffermati ad osservare il design di una panchina, di un sedile, di un cestino. Anche la scelta degli elementi di arredo urbano delle nostre città contribuisce in modo non indifferente ad abituare (o disabituare) il cittadino al dialogo tra il design contemporaneo e gli spazi storici.
per legere l'intero articolo clicca su "read more" .

Anche le aziende produttrici sono molto attente, spesso più di noi architetti, al punto di vista dell'uomo della strada, perchè il design delle linee di produzione deve soddisfare le aspettative della comunità oltre che degli enti pubblici committenti. Comunque tutto cambia ed anche le aziende di tendenza più classicheggiante stanno sempre più orientando la produzione verso linee moderne, funzionali con particolare attenzione al confort derivante dall'uso di materiali naturali come il legno. Un esempio è la serie "Linea" di Euroform-w che convince per la geometria pulita, leggera ed essenziale.

Euroform-w




Eco-sostenibilità e risparmio energetico nell'edilizia scolastica

Qui il sommario

L'eco-sostenibilità e il risparmio energetico sono termini e concetti che si stanno sempre più affermando nella nostra società, o per "moda" o per necessità. Probabilmente questo è dovuto, oltre che ad una maggiore attenzione ai temi ambientali, anche al fatto che, in questi ultimi anni è un continuo proliferare di leggi varie che, in un modo o in un altro, cercano di premiare le costruzioni che rispettano standard qualitativi sempre più elevati.





Qui il resto del post
Su questa linea d'onda si colloca l'intervento nato dalla collaborazione tra lo studio FRA e quello dell'Ing. Ignazio Garra e realizzato presso un istituto scolastico sito nel comune di Aci Bonaccorsi (CT).


L'intervento, che prevedeva l'adeguamento dell'istituto alle norme per l'abbattimento delle barriere architettoniche mediante la realizzazione di una rampa di accesso pedonale e carrabile, ha permesso di poter incentrare la progettazione non solo sull'aspetto puramente tecnico, ma anche su quello estetico ed eco-sostenibile.

La ricerca cromatica nella distinzione funzionale tra i percorsi carrabile e pedonale è stata ottenuta mediante l'utilizzo di asfalto additivato con ossidi di ferro e pavimentazione architettonica con ghiaietto di pietra bianca. La linea di demarcazione tra i due percorsi è stata ottenuta mediante l'utilizzo di elementi in cotto.

E' stata prevista la realizzazione di un sistema per il recupero delle acque piovane provenienti dalla copertura dell'edificio: acqua che potrà essere utilizzata per irrigare l'area a verde di nuova realizzazione e collocata lateralmente al percorso pedonale.

Anche l'aspetto illuminotecnico non è stato trascurato. Se, da un lato si è decisa la conservazione dei vecchi pali di illuminazione al fine di ridurre i costi, dall'altro lato si è pensato di illuminare il percorso pedonale con dei paletti segnapasso dotati di lampade a led e pannello fotovoltaico integrato. In tal modo gli apparecchi sono completamente autosufficienti e a consumo nullo. Non è stato trascurato neanche l'aspetto estetico: i paletti utilizzati sono di nuova generazione e coniugano funzionalità e prestazioni con estetica.


15 gen 2009

Lo studio O.S.K.A. Architects di Seattle vince l'Architecture Firm Award 2009



L'AIA (American Architecture Institute) sceglie lo studio di Seattle "Olson Sundberg Kundig Allen Architects" come vincitore del premio Architecture Firm Award 2009. Scott Allen: “La cosa grandiosa di questo premio è che viene attribuito non a un singolo individuo ma a un intero studio. Si tratta di un riconoscimento alla vera natura del lavoro dell’architetto ed onora le persone fantastiche che lavorano con noi, celebrando la cultura progettuale che abbiamo costruito negli ultimi trentacinque anni”. per visualizzare il resto del post clicca su "read more".

Si ringrazia Maurizio Zappalà per la segnalazione e per il testo dell'articolo.














12 gen 2009

ArchitetturaCatania è su FaceBook







Amici, sostenitori e fedeli estimatori dell'architettura contemporanea (e di questo blog), è doveroso segnalarVi che ArchitetturaCatania è ora presente anche su Facebook. Il nostro blog ora fa parte della rete "Networked Bogs" consultabile sul celebre social forum con più di 56 milioni di utenti al mondo. Potete anche abbonarvi ai Feed RSS e ATOM per essere sempre aggiornati sulle nostre novità. Questo è il link....... buona navigazione.

L'Istituto Nazionale di BioArchitettura piange l'improvvisa scomparsa del suo Presidente Ugo Sasso

Con sincero rammarico riportiamo il contenuto di un comunicato pervenuto stamane a tutti i soci dell'Istituto Nazionale di Bio Architettura.

"Carissimi amici e soci, con profonda tristezza vi annunciamo l’improvvisa scomparsa del fondatore dell’Istituto e nostro attuale Presidente, avvenuta il 9 gennaio sull’ Isla Margarita. Noi lo ricordiamo con grande affetto e stima essendo consapevoli che il vuoto che lascia difficilmente sarà colmabile.Siamo vicini al grande dolore di Wittfrida e Giovanni e di tutta la Famiglia.Sarà comunque nostro preciso impegno proseguire la strada che lui ha tracciato e che per noi è scelta fondamentale non solo professionale ma anche relazionale....."

11 gen 2009

MADEexpo 2009

Ospitata nel nuovo quartiere della Fiera di Milano gli organizzatori vogliono creare un appuntamento fieristico capace di far evolvere le dinamiche di successo già presenti in Saiedue.
Nasce infatti affinché l’eccellenza produttiva in termini di tecnologia e di design delle aziende trovi finalmente riscontro in un appuntamento fieristico capace di imporsi all’attenzione internazionale, capace di dialogare con i media e con operatori abituati a muoversi in contesti evoluti. E' una vetrina suddivisa in vari settori del design e dell'architettura.

Per ulteriori info: http://www.madeexpo.it

European Design Awards 2009

E' un'occasione di incontro e di confronto tra i designer europei della comunicazione visiva; sono sempre più numerosi i partecipanti e nonostante sia un evento nato da pochi anni è già ben organizzato e ha grande risonanza nel mondo del design.
La giuria del premio è composta da delegati di quattordici riviste di grafica e design, in rappresentanza di altrettanti paesi europei, tra cui Progetto grafico per l'Italia. Oltre ad assegnare i premi e le segnalazioni di merito per ognuna delle trenta categorie in concorso, la giuria seleziona ogni anno un progetto speciale per il Jury's prize.
I progetti premiati nell'edizione 2009 confluiranno in una pubblicazione e saranno annunciati ufficialmente il prossimo 17 maggio a Zurigo.

Il bando di concorso è aperto dal 1 gennaio al 14 febbraio.
Per maggiori informazioni potete visitare il sito http://www.ed-awards.com

09 gen 2009

Nuovo e moderno in Spagna



La Spagna e' una delle nazioni piu' attive in Europa in campo architettonico, come numero realizzazioni di opere di architettura contemporanea, come capacita' di rinnovare le citta', Barcellona, Siviglia, Saragozza, Valencia sono in questo senso un esempio, di sfornare giovani talenti e dare loro il giusto spazio.
In genere quel che piu' stupisce e' l'apertura mentale verso il contemporaneo.
La Spagna come l'Italia e' una nazione ricca di edifici storici tuttavia si costruisce senza la paura che il contemporaneo possa "offendere" l'antico.
Ci sono molti casi di architetture ben integrate con quelle del passato (vedi foto di un intervento nel centro storico di Toledo) o di intervento piu' criticabili (vedi ampliamento del mueso Reina Sofia di J. Nouvel)in ogni caso si ha sempre la possibilita' di vivere spazi che in Italia difficilmente potremmo vedere ed utilizzare. Io penso che i nostri politici dovrebbero prendere esempio da queste realta' per rinnovare e rivitalizzare i nostri centri storici.

06 gen 2009

Un video per presentare il nuovo grattacielo di Herzog & De Meuron a New York

"56 Leonard Street" è il nome (e l'indirizzo) di un grattacielo attualmente in costruzione a New York alto 243m. I progettisti, gli svizzeri Herzog & DeMeuron lo descrivono come "una sovrapposizione di case accatastate vers ler stelle". La presentazione del progetto è stata affidata a "Tronic" ed è stato caricato su VIMEO da yuta.iguchi.
video