01 lug 2009

L'esposizione temporanea “Narcisoerrante" a Caltagirone.

Si terrà sabato 4 luglio, a partire dalle 19, lungo i gradini della monumentale Scala di Santa Maria del Monte (patrimonio Unesco, come l'intero centro storico di Caltagirone), l’esposizione temporanea “Narcisoerrante. Discontinuità continue in sequenza regolare 2008/2009”, di Lucio Rosato, a cura di Andrea Branciforti, con la collaborazione di Giovanni Pillitteri, Giuseppe Giaquinta, Antonio Vizzini e Michele Savatteri e con il patrocinio del Comune di Caltagirone.
Su 18 dei 142 gradini della scalinata saranno collocati 72 cubi (24 x 24 x 24), realizzati con diversi materiali, dallo specchio al marmo nero, dallo zinco al cemento che, rappresentando il tempo dell’essere umano, ripercorrono le tappe della sua esistenza: i primi 24 cubi, fatti di specchi, identificano la giovinezza (rievocando il mito di Narciso, eternamente bello, che si rispecchia nell’acqua); i secondi, di diverso materiale, esprimono la complessità dell’età adulta, in continua ricerca di equilibro; gli ultimi, di zinco e riempiti di acqua, evocano il futuro, ipotetico e ancora oscuro.

L'opera rimarrà installata sino alla notte di sabato 4 luglio.

Quello di Caltagirone è uno degli appuntamenti di un'esposizione itinerante che farà tappa in diverse città del bacino del Mediterraneo.


Fonte: http://www.corrieredelsud.it/
http://www.improntabarre.it/news.aspx?id=50

Qui il resto del post

3 commenti:

Il Pitri ha detto...

"Cubistica" interpretazione della vita...e del senso della morte!

La nostra proposta installativa, "aggredisce" il declivio della scala monumentale di S.Maria del Monte, trasformando una mostra, che va itinerando nel "Piano Orizzontale" in una visule prospettica, il tutto per non discostarsi molto dalla nostra matrice di "Architetti della ricostruzione barocca" del post 1693, della quale la città di Caltagirone si vanta di essere Patrimonio dell'Umanità.

Una spettacolare quinta scenografica, offerta all'opera di Lucio Rosato!
Invito per tutti a venire a trovarci sulle scale!!!

... ed un particolare ringraziamento all'Arch.Butera Eleonora, per la sua sensibilità.

Arch. Giovanni Pillitteri

Eleonora Butera ha detto...

Nn potevo nn segnalare questa interessante e singolare iniziativa, ...forse io avrei realizzato questa installazione a sorpresa alla "Graziano Cecchini" con le palline per lo pù rosse a Trinità dei Monti... un saluto a tutti voi e buon lavoro, credo che ne abbiate di lavoro!

Giovanni Pillitteri ha detto...

Violenza e comunicazione...Sì, avanguardia futurista del terzo millennio...in una Sicilia medioevale!!!

Non è male come idea, ora provvediamo a colorare un pò tutta la Provincia!!!